TicinoEnergia News

APPIl progetto, promosso dall’Ufficio Federale dell’Energia (UFE), ha monitorato numerosi impianti di riscaldamento allo scopo, in futuro, di ridurre o evitare eventuali difetti ricorrenti di progettazione e di installazione. Nel corso delle analisi svolte dall’Associazione professionale svizzera delle pompe di calore (APP), sono stati esaminati 106 impianti di riscaldamento, tra i quali 75 sistemi alimentati a pompa di calore e 31 impianti alimentati a olio combustibile o a gas naturale. Lo studio ha analizzato impianti installati in Svizzera orientale, centrale, occidentale e in Canton Ticino.

L’analisi dimostra chiaramente come la qualità degli impianti di riscaldamento non sia ottimale. Allo scopo di rendere le installazioni più performanti esistono in effetti alcuni punti essenziali da migliorare. Tutto ciò nell’interesse del cliente finale, il quale si aspetta dei costi di utilizzo il più possibile contenuti. L’efficienza delle pompe di calore ma anche delle installazioni alimentate con combustibili fossili deve essere quindi massimizzata, allo scopo di ridurre il consumo globale di elettricità, ma anche di ridurre le emissioni di CO2 e limitando così il surriscaldamento climatico.

L’analisi eseguita evidenzia come la maggior parte dei difetti riscontrati possono essere facilmente corretti o evitati. Gli errori presenti sull’impianto di distribuzione possono essere corretti; senza sforzi supplementari; durante l’installazione del sistema di riscaldamento, mentre ulteriori lacune tecniche possono essere risolte grazie a regolazioni dell’impianto, eseguibili anche a posteriori.

Un breve riassunto in italiano qui

Il rapporto finale in tedesco qui

 

Al momento dell’installazione di un impianto fotovoltaico i costi di esercizio (manutenzione, monitoraggio, pulizia, assicurazioni, riparazioni, etc.) sono spesso considerati solo marginalmente. Al fine di capire a quanto essi ammontano SvizzeraEnergia ha pubblicato un documento che spiega e dettaglia tali costi.

Scarica qui il documento di SvizzeraEnergia

Le emissioni di CO2 da combustibili fossili sono in calo ma non abbastanza. Dalla statistica del CO2 pubblicata l’11 luglio 2017 dall’Ufficio federale dell’ambiente (UFAM) si evince che l’obiettivo per il 2016 di ridurre le emissioni del 27 per cento rispetto al 1990, non è stato raggiunto. Pertanto, il 1° gennaio 2018, la tassa sul CO2 passerà quindi da 84 a 96 franchi per tonnellata di CO2. Questo meccanismo di correzione automatica è volto a incentivare l’utilizzo parsimonioso delle energie fossili e il passaggio a quelle rinnovabili.

Più informazioni: comunicato stampa

In occasione della manifestazione slowUp Ticino dello scorso 23 aprile 2017, l'Associazione TicinoEnergia ha lanciato un concorso mettendo in palio una bici pieghevole. Un premio decisamente consono al tema della giornata intesa a sensibilizzare la cittadinanza sulla tematica della mobilità lenta. Ad aggiudicarsi il premio è stata la Signora Sonia Passoni di Mezzovico a cui è stata consegnata la bicicletta nella giornata di ieri.

Complimenti! E...buona pedalata!

TE slowup

Nella foto da sinistra, Fabrizio Noembrini (Direttore Associazione TicinoEnergia), la premiata Sonia Passoni. ©ScF

Visto l’impatto determinante che il comportamento dei singoli abitanti hanno sui consumi di energia e acqua nelle case plurifamiliari l'Ufficio federale dell'energia ha pubblicato un nuovo modello di calcolo. Lo stesso è rivolto sia a ditte incaricate di elaborare i conteggi e a responsabili del settore dell'edilizia che ad amministrazioni e proprietari di immobili. Dal 2017 il nuovo modello di calcolo dovrà essere adottato nelle nuove costruzioni e negli edifici risanati che, sotto il profilo energetico, raggiungono lo standard di un edificio nuovo. Per i restanti edifici rimane valido il precedente modello di calcolo per il conteggio individuale delle spese di riscaldamento e di acqua calda (CISR).

Più informazioni qui.

Consulenza orientativa
Consulenza orientativa gratuita

È un privato? Un'azienda? Contatti senza impegno TicinoEnergia per una prima consulenza gratuita a 360° sul tema dell’energia.

Incentivi

Gli incentivi relativi al risanamento degli edifici, alle energie rinnovabili e all'efficienza energetica sono disponibili a livello federale, cantonale e comunale. Anche alcune aziende elettriche e altri enti o associazioni danno incentivi per l'attuazione di provvedimenti in questo contesto.


Minergie®

L’Agenzia Minergie® della Svizzera italiana e il Centro di certificazione Minergie® del Canton Ticino hanno sede presso l’Associazione TicinoEnergia.

Leggi tutto

CECE®

La Centrale operativa CECE® della Svizzera italiana ha sede presso l’Associazione TicinoEnergia.

Leggi tutto

Ultime News

Venerdì 03 Novembre 2017

28 ottobre 2017: Il nuovo Palacinema di Locarno certificato Minergie TI-480

La certificazione Minergie raggiunta dal Palacinema è di particolare prestigio, in quanto si tratta di un importante recupero edilizio di un edificio storico di Locarno, passato da stabile energivoro a...

Leggi tutto

Giovedì 02 Novembre 2017

02 novembre 2017: Il Consiglio federale pone in vigore dal 1° gennaio 2018 la nu…

Il Consiglio Federale ha posto in vigore dal 1° di gennaio la revisione della legge sull’energia. Gli adeguamenti alle varie ordinanze avranno per conseguenza un aumento del supplemento di rete...

Leggi tutto

Venerdì 27 Ottobre 2017

17 ottobre 2017: Modifica del decreto esecutivo concernente l’incentivazione di …

Il Consiglio di Stato ha approvato una modifica del Decreto Esecutivo del 6.4.2016 relativo all’ottenimento degli incentivi a favore dell’efficienza energetica e dello sfruttamento delle energie rinnovabili per il periodo...

Leggi tutto

Prossimi Eventi

Mercoledì, 29 Novembre 2017
Minergie News
Martedì, 12 Dicembre 2017
Dai più energia alla tua attività!
Domenica, 22 Aprile 2018
SlowUp 2018