TicinoEnergia News

Aggiornamento Norma SIA 385/1

La legionella è un problema concreto.
Nell'approvvigionamento di acqua sanitaria (fredda e calda), è importante evitare le condizioni che ne favoriscano la riproduzione. A tal fine è stata pubblicata la revisione della norma SIA 385/1. La norma quale pone particolare attenzione al tema dell’igiene negli impianti per l’acqua calda sanitaria. Essa fornisce specifiche raccomandazioni e misure di progettazione ed esecuzione degli impianti.
In particolare, l’obiettivo è evitare temperature critiche per la prolificazione della legionella in parti degli impianti sanitari contenenti acqua potabile.
 

A questo proposito segnaliamo il 21.06.21 il seminario sulla SIA 385/1:2020 Organizzato da TicinoEnergia e suissetec.
 

Impostazioni dell’impianto di riscaldamento

 
La corretta messa in funzione degli impianti è fondamentale per ottenere la massima efficienza energetica.
Le esperienze in ambito PdC MS hanno dimostrano che il bilanciamento idraulico degli impianti è ancora un tema molto trascurato, soprattutto in ambito di risanamento. Il bilanciamento dell’impianto permette di impostare correttamente le portate nei circuiti e, di conseguenza, di regolare in modo ottimale la curva di riscaldamento, garantendo efficienza energetica e confort in tutti i locali.
Per quanto riguarda la curva di riscaldamento, purtroppo oggi si incontrano spesso sistemi che funzionano con una curva di riscaldamento eccessiva, in cui la temperatura nei locali è regolata tramite termostati ambiente. Questo compromette in maniera significativa l’efficienza energetica delle pompe di calore (PdC): infatti, temperature di riscaldamento troppo alte riducono l'efficienza della produzione di calore del 2,0-2,5% per grado Kelvin.
Spesso si verifica inoltre un limite di riscaldamento impostato significativamente troppo alto. Cosa implica? Questo può esporre al rischio di una costante accensione del riscaldamento, anche qualora non sia presente una reale necessità, con conseguenti "perdite di calore" inutilizzate a scapito dell'efficienza.
La riduzione notturna della temperatura non porta quasi più vantaggi negli edifici isolati e con sistemi a bassa temperatura: infatti il comfort è ridotto senza migliorare l'efficienza energetica. 
 

Certificato in ritardo: colpa della burocrazia? In questo caso no.

Negli ultimi mesi il rilascio del certificato PdC MS ha richiesto tempistiche più lunghe del solito, ma non causa da una flemmatica “macchina burocratica”, bensì dal fatto che molte delle domande presentate contenessero imprecisioni. Di fatto questo rallenta tutto il processo e l’attesa per il proprietario dell'edificio per ricevere gli incentivi si fa ancora più a lunga. 2020: numeri da capogiro Le richieste di certificati PdC MS nel 2020 hanno superato di gran lunga le più rosee aspettative: se da un lato questa è sicuramente un’ottima notizia, dall’altro le risorse PdC MS non sono state sufficienti a rispondere alla domanda nei tempi previsti da regolamento. C’è però una buona notizia: da luglio saremo finalmente in grado di ridurre notevolmente le tempistiche fino ad arrivare alle quattro settimane auspicate.
 

Risparmiare energia elettrica grazie alle gare pubbliche di Prokilowatt: i numeri 2021 e le prossime date.

Qualche numero: dalla prima fase 2021

Dodici è il numero delle edizioni Svizzere di gare pubbliche in materia di risparmio di energia elettrica. Gli ambiti interessati sono tre, industriale, dei servizi e delle economie domestiche. Ventisei è il numero di progetti accettati durante la prima gara pubblica, su un totale di trentasette proposte inviate a ProKilowatt. Complessivamente, per questi progetti, sono stati stanziati 5,4 milioni di franchi.

Che tipologie di progetti sono ammessi?

Come si evince dai risultati della prima gara, non esiste una tipologia di progetto favorita. Si va da progetti di risanamento energetico in ambito sportivo fino ad arrivare all’ambito sanitario. Ciò che conta, per ottenere dei fondi, è presentare un’idea che preveda il maggior ricavo possibile per ogni chilowattora risparmiato. Se vuoi conoscere le condizioni dettagliate di partecipazione, clicca qui.

Più incentivi nonostante la pandemia

Il Covid-19 non deve frenare l’entusiasmo da parte delle aziende nell’investire progetti inerenti all’energia elettrica. Sono quindi due le misure attuate, in primo luogo il metodo di selezione dei progetti 2021 sarà facilitato. Secondariamente, per quest’ultimi verranno concessi maggiori contributi.

 

Concretamente come funziona?

Se vuoi proporre il tuo progetto, quello che devi fare è semplice. Dopo aver letto le condizioni di partecipazione, presenta la domanda a ProKilowatt entro il 3 settembre 2021 (3° turno).

 

Leggi il comunicato stampa

A chi è rivolto e cos’è Teach3?

“L’educazione energetica” (Teach3) è un programma di sensibilizzazione energetica dedicato specialmente alle classi ticinesi di quarta media. Il piano didattico, composto da 7 moduli che si possono affrontare anche singolarmente, ha preso avvio ad aprile 2021 e si concluderà a giugno 2023.

Chi sostiene il progetto?

Questo programma vede coinvolti diversi enti che collaborano tra loro al fine di arricchire la proposta formativa ticinese. In particolare, a fianco dell’Istituto di sostenibilità applicata all'ambiente costruito (ISAAC) della SUPSI che ha ideato il progetto, ci sono il Dipartimento del territorio, l’Associazione TicinoEnergia e il Programma SvizzeraEnergia dell’Ufficio federale dell’energia.

Energeticamente dalla teoria alla pratica

Il progetto vuole coinvolgere i giovani rendendoli attenti all’ampio ventaglio di tematiche inerenti all’energia. In particolare si focalizza su energie rinnovabili e sostenibilità. Uno degli aspetti singolari di questa proposta formativa è che, dopo aver fornito delle nozioni teoriche di base, fornisce la possibilità agli studenti di mettere in pratica quanto appreso. Per esempio, gli allievi coinvolti saranno chiamati a ideare dei metodi per ottimizzare l’efficienza energetica del loro edificio scolastico. Si impara quindi come avviene la produzione di energia, come la stessa viene accumulata e successivamente utilizzata. 

 

Leggi il comunicato stampa ufficiale

Reffnet.ch, la rete svizzera per l'efficienza delle risorse, si è chinata su un argomento che ci riguarda tutti: gli sprechi alimentari. Per cercare di ridurre questi sprechi, ha incontrato chi di mestiere offre un servizio dedicato alle PMI per aiutarle a utilizzare efficientemente le loro risorse nel settore alimentare.

Markus Hurschler, direttore di Foodways, è diventato nel 2020 un esperto Reffnet.ch. Il signor Hurschler ha creato, assieme al suo team, un servizio particolarmente interessante.


come ridurre sprechi alimentari grazie a reffnet.ch

Il lavoro di Foodways e di Reffnet.ch

L’agenzia capitanata da Hurschler si occupa dell’intera catena di sviluppo di progetti, dal monitoraggio dei rifiuti alle consulenze politiche. L’obiettivo ultimo è una gestione sostenibile.

Reffnet.ch gioca un ruolo centrale per quello che concerne la consulenza, in quanto l’assistenza della durata di 3 giorni di un esperto Reffnet è gratuita. Questo offre la possibilità a molte PMI di compiere un primo passo verso la presa di coscienza situazione in cui si trovano.

L’industria alimentare ha indubbiamente un’enorme influenza sull’ambiente, infatti gli alimenti producono fino a un terzo dell’intero impatto ambientare. Non stupisce quindi sapere che negli ultimi anni l’attenzione è sempre più rivolta a soluzioni efficienti per utilizzare gli alimenti. Nonostante quest’apertura è ancora difficoltoso introdurre il tema del Food Waste in un’industria con dei processi già consolidati.

Quindi, come possono le PMI affrontare questo problema? 

Hurschler non ha dubbi, la soluzione è innovare e ottimizzare.

L’essenziale è considerare il processo nella sua completezza, di modo da avere una panoramica chiara e sapere esattamente dov’è possibile e utile ottimizzare. Questo è anche il punto di partenza per quantificare perdite e scarti, e avere così le basi per poter innovare i prodotti.

 

Sfruttare al massimo risorse già esistenti

L’industria alimentare è caratterizzata da un’eterogeneità di aziende. A questo proposito il direttore di Foodways porta come esempio una grande cucina e un caseificio. L’aspetto interessante è la possibilità di avare una consulenza personalizzata per il proprio tipo di organizzazione. Questo permette di focalizzare l’attenzione su i bisogni concreti e reali.

Il futuro in Svizzera
Il direttore di Foodways mette l’accento sulla combinazione di nuove tecnologie di lavorazione e di sottoprodotti. Questo può essere l’inizio dell’integrazione dei sottoprodotti con nuove creazioni, cercando tuttavia sempre di mantenere concorrenziale il bene finale. 

 

Leggi l’intervista completa

Scopri cosa puoi fare in generale come azienda

 

Incentivo per l’installazione di pompe di calore in edifici plurifamiliari (15 - 400 kW)

Il nuovo programma di incentivi di myclimate per le pompe di calore concede un incentivo per la sostituzione delle vecchie caldaie a olio o a gas naturale negli immobili a reddito.

Valido in tutta la Svizzera, si applica alle pompe di calore nella gamma di potenza 15 – 400 kWth. A volte gli incentivi sono maggiori di quelli concessi dai Cantoni e possono essere valutati velocemente grazie al supporto di un calcolatore (Importante: è obbligatorio iscriversi al programma di sovvenzione di myclimate per poter calcolare l’ammontare dell’incentivo).

Visita il sito myclimate

Incentivo per l’installazione di una caldaia a pellet

La Fondazione myclimate concede un incentivo per la sostituzione di vecchie caldaie a olio o a gas naturale con caldaie a pellet automatizzateCosa è necessario fare per poter beneficare di questo incentivo?

È semplice, basta compilare il formulario prima di firmare il contratto con l’installatore. Così facendo potrai beneficiare di una sovvenzione di 18 centesimi/kWth che corrispondono a circa CHF 360.--  per kW di potenza installata.                                                                                         

Più informazioni

  

Consulenza orientativa
Consulenza
orientativa
gratuita

È un privato? Un'azienda? Contatta senza impegno TicinoEnergia per una prima consulenza gratuita a 360° sul tema dell’energia.

Prossimi Corsi

Mercoledì, 30 Giugno 2021
Corso Minergie-ECO - su prenotazione
Mercoledì, 30 Giugno 2021
SNBS-Standard Costruzione Sostenibile Svizzera - su prenotazione
Mercoledì, 08 Settembre 2021
Concetti di ventilazione in edifici residenziali

Incentivi

Gli incentivi relativi al risanamento degli edifici, alle energie rinnovabili e all'efficienza energetica sono disponibili a livello federale, cantonale e comunale. Anche alcune aziende elettriche e altri enti o associazioni danno incentivi per l'attuazione di provvedimenti in questo contesto.


Minergie®

L’Agenzia Minergie® della Svizzera italiana e il Centro di certificazione Minergie® del Canton Ticino hanno sede presso l’Associazione TicinoEnergia.

Leggi tutto

CECE®

L'Agenzia CECE® della Svizzera italiana ha sede presso l’Associazione TicinoEnergia.

Leggi tutto

SNBS®

Presso TicinoEnergia ha sede il Centro di certificazione SNBS della Svizzera italiana.

Leggi tutto

Ultime News

Giovedì 10 Giugno 2021

Aggiornamenti pompe di calore

Aggiornamento Norma SIA 385/1 La legionella è un problema concreto. Nell'approvvigionamento di acqua sanitaria (fredda e calda), è importante evitare le condizioni che ne favoriscano la riproduzione. A tal fine è...

Leggi tutto

Giovedì 27 Maggio 2021

Il programma Teach3

A chi è rivolto e cos’è Teach3? “L’educazione energetica” (Teach3) è un programma di sensibilizzazione energetica dedicato specialmente alle classi ticinesi di quarta media. Il piano didattico, composto da 7...

Leggi tutto

Lunedì 17 Maggio 2021

Gare pubbliche ProKilowatt 2021

Risparmiare energia elettrica grazie alle gare pubbliche di Prokilowatt: i numeri 2021 e le prossime date. Qualche numero: dalla prima fase 2021 Dodici è il numero delle edizioni Svizzere di gare pubbliche...

Leggi tutto